mercoledì 7 gennaio 2009

Women and children first

Fuoco sulle scuole dell'Unrwa (Onu), a Jabaliya e Rafah. Uccise almeno 42 persone, per lo più donne e bambini convinti di aver trovato un rifugio sicuro. Israele: sapravano da là. L'Onu: nessuno era armato. La risoluzione del Consiglio di Sicurezza bloccata dal veto Usa prolunga l'impunità israeliana. Ma i 'terroristi' restano sempre loro: civili, in maggioranza donne e bambini. Essi rappresentano il futuro della Palestina e in tempi di bomba demografica, c'è da giurarlo, restano e resteranno un obiettivo del governo di Tel Aviv.

2 commenti:

Giamm ha detto...

Ti segnalo questo sito se già non lo conosci: http://it.peacereporter.net/

Ha dei bei servizi.

KATU ha detto...

bella giaco...si si lo conosco: l'articolo in cui posto la lettera di barghouti è preso da lì! bye