martedì 18 settembre 2007

Censura a stelle&strisce


Andrew Mayer, uno studente universitario di 21 anni, è stato arrestato e immobilizzato con una pistola laser (il Taser) durante un dibattito all'università della Florida, ieri 17 settembre. Motivo: usando il microfono che era stato messo a disposizione degli studenti, aveva iniziato a rivolgere una serie di domande al democratico Kerry, sconfitto da George W. Bush nel 2004 nella corsa alle presidenziali. Alcune anche scomode: "Perché non ha chiesto l'impeachment di Bush?", e ancora "Ha mai fatto parte della società segreta Skull & Bones?". Il filmato parla da solo e sta suscitando molte polemiche. "Ha usato il tempo massimo a disposizione, nonostante gli avessimo chiesto di terminare il suo intervento - ha dichiarato il portavoce dell'università Steve Orlando - Gli abbiamo dapprima tolto l'audio, poi ha iniziato a diventare nervoso". La stessa Università ha avviato un'indagine interna per cercare di capire se sono state seguite tutte le procedure del caso, in particolare riguardo all'uso del Taser. Prevista la mobilitazione e la protesta degli studenti, come annunciato dal sito di Mayer, per chiedere la sua liberazione immediata.

3 commenti:

MG ha detto...

....e purtroppo c'è ancora qualcuno che pensa agli USA come il paese delle libertà per antonomasia.
Il fatto si commenta da solo e se non ci fosse un'intrinseca tragicità, susciterebbe ilarità. Uomini che hanno la presunzione di governare "la superpotenza", non sanno nemmeno usare l'arte della retorica in un contradditorio, ma ricorrono alla forza per ridurre al silenzio. Censura, ma a stelle e strisce, incredibile...
Ciao Luca, meriteristi qualche commento in più per i tuoi pezzi.

KATU ha detto...

grazie!più commenti? per ora meglio pochi ma buoni. aspetto altri commenti. ciao

anna ha detto...

Gli usa sembrano il paese più libero del mondo...probabilmente questa è l'immagine che continuano a proporre i media...la realtà è ben diversa, purtroppo.